INTERVISTA A: Francesco/ Grewon

7 Dic

Ciao sono felice che tu abbia accettato di fare quest’ intervista!
Comincio subito chiedendoti di presentarti ai lettori di questo blog…

Ciao a tutti! Mi chiamo Francesco e sono un newcomer fra i cosplayers. Sono piuttosto grandicello, ho 27 anni, ma mi sono voluto comunque cimentare nel cosplay sia perché adoro il mondo dei manga/anime/videogiochi e sia perché comunque ho sempre avuto una passione per le maschere e i travestimenti, carnevaleschi e teatrali (anche se non possono essere chiamati cosplay). Mi diletto in vari hobby e il cosplay mi mancava.

Hai un Nickname e/o fai parte di qualche gruppo?

Si, sul web sono conosciuto come “Grewon”, un nome preso da un personaggio di Demon’s Crest, un vecchio videogioco per Super Nintendo. Non faccio parte di gruppi cosplay fissi, diciamo che mi potrei unire ad uno o ad un altro gruppo a seconda del cosplay che si realizza.
La cosa che ci accomuna è il Cosplay, da quanti anni ti diletti in questo ambito, come nasce la tua passione, e cosa il Cosplay rappresenta per te?

Come ho detto prima sono un principiante, ho iniziato solo da qualche mese, ma devo dire che è un’attività appagante e divertente. Nel mio caso, mi consente per un giorno di essere REALMENTE il personaggio che interpreto: l’immedesimazione è fondamentale per me.

 
Il primo Cosplay, bello o brutto che sia, non si scorda mai…il tuo quale è stato?

Il mio è stato Koga Saejima, protagonista del tokusatsu “Garo”. Mi sono voluto molto impegnare, sia perché il primo cosplay è come un “biglietto da visita”, e sia perché è forse il personaggio del mondo japan che mi ha preso e catturato, e in cui riesco a immedesimarmi più facilmente. Forse perché mi somiglia in molti suoi lati.

Sei un/a Cos-maker o compri i tuoi Cosplay ?
Nel primo caso, cosa ti piace realizzare maggiormente? (vestito, accessori, acconciare parrucche)
Nel secondo caso, dove li acquisti, a chi ti riferisci? (sarta di fiducia, on line ecc )

Mmm… nel mio caso la verità sta nel mezzo. Cioè ci sono alcuni oggetti che sarebbe troppo difficile e dispendioso costruirli da soli, e i risultati non sempre sono all’altezza: per questo è meglio acquistarli online. Io compro generalmente da ebay, o per i costumi mi rivolgo a Francesca di Mangacomix, che è un’amica che sa consigliarmi su tutto, oppure a sarte di mia conoscenza, mentre per gli accessori a Vanessa, la madrina del cosplay salentino, simpatica e professionale. Ma quando posso, preferisco realizzare gli accessori da me, o con l’aiuto di amici: è più divertente e appagante, soprattutto quando poi le proprie creazioni catturano l’ammirazione di chi le guarda.

Fin’ora quali sono i Cosplay che hai intepretato/realizzato?
(Fa pure una lista…abbiamo tempo :P)

Ho iniziato da poco, finora ho solo 3 costumi, due dei quali ancora da ultimare:

Koga Saejima (GARO)
Brendan Birch (Pokémon)
V (V per Vendetta)

Tra quelli fatti, il Cosplay che ti è piaciuto di più e perchè?

Ovviamente, Koga Saejima. È e sarà sempre il mio preferito. È l’unico cosplay in cui non devo “recitare”, mi basta essere me stesso.

Tutti abbiamo mille e mille idee per il nostro futuro da Cosplayer, I tuoi progetti in merito a questo,  quali sono?

Innanzitutto vorrei cominciare a visitare qualche evento importante. Purtroppo a causa dei miei numerosissimi impegni riesco molto difficilmente a spostarmi troppo lontano, ma conto nell’immediato futuro di riuscire ad organizzarmi meglio e a non perdermi perlomeno gli eventi cosplay più importanti come quelli di Lucca o Roma.
Come personaggi, ho molti cosplay in mente, ma non so quanti riuscirò ad ultimarne. Vorrei fare Son Goku di Saiyuki, Gan-Chan di Yattaman, Sieg Warheit di Chaos Legion, Link di The Legend Of Zelda, l’arcangelo Tyrael di Diablo II, Kimo dei 5 Samurai, il Dark Prince di Prince Of Persia: I Due Troni… sono veramente tanti, e tutti difficili. Speriamo bene va…

 
Solitamente come scegli il Cosplay da fare, su cosa ti basi?

Su quanto mi prende il personaggio e su quanto gli somiglio. Come detto prima, l’immedesimazione è fondamentale. Non mi basta la bellezza di un personaggio o di un costume: devo sentirlo “mio” il personaggio, e trasformarmi completamente in lui.

Parteci mai ai Contest durante le fiere ecc? Hai vinto qualche premio?
Se si cosa, e con quale Cosplay?

Finora ho partecipato attivamente solo ad un evento (il Lecce Cosplay 2), e ho partecipato al contest. Ho vinto il premio come miglior esibizione col personaggio di Koga Saejima (Garo).

———————–

Com’è il “livello di Cosplay” nella tua zona/regione?
(Basso Medio Alto, motiva la tua risposta)

Medio/basso, purtroppo. Ma non perché non ci sia impegno eh, tutt’altro! Il problema è che c’è troppa truzzaggine nel Salento, e troppo conformismo. I ragazzi sono esibizionisti per le cose VERAMENTE idiote e dannose, mentre boicottano il cosplay considerandolo una cosa da “piccoli”. Se conoscessero veramente il cosplay (o meglio, se le loro menti bacate e bruciate da troppo alcool e canne riuscissero a capirlo), capirebbero che invece si tratta di un’attività che richiede impegno, serietà e dedizione, e che proprio per questo è più adatto ad un pubblico “cresciuto”. Riconosco e apprezzo molto il supporto di Vanessa nell’organizzazione di eventi in zona, se non ci fosse lei noi saremmo pecorelle smarrite.

In Puglia sappiamo tutti che non ci sono molti eventi, fiere o manifestazioni che diano l’opportunità di esibirsi col proprio Cosplay, ma fin ora che idea ti sei fatto/a sulle fiere, sui raduni ecc ai quali hai partecipato?

Non ho partecipato a molti eventi, ma devo dire che quei pochi a cui ho preso parte nella mia provincia, attivamente o no, erano organizzati più che degnamente e davvero non avrebbero nulla da invidiare alle grandi produzioni, se non il budget più limitato che non consente di fare le cose in “grande”. Ma le potenzialità ci sono: serve solo impegno, anzi, soprattutto costanza nell’impegno.
Basandoti sulla tua esperienza da Cosplayer, quali consigli ti senti di dare per migliorare la qualità delle manifestazioni locali?
Fare eventi in piazza, essere esibizionisti fino al midollo. Dare fastidio, nel vero senso del termine, ma non in maniera disordinata e confusionaria, ma col carisma di chi sa il fatto suo e propone qualcosa di insolito e irriverente, che turbi la routine quotidiana e catturi l’attenzione proprio per questo.

In una Fiera del fumetto…(per un Cosplayer) cosa dovrebbe esserci nel modo più assoluto, e cosa non dovrebbe esserci? Di quali servizi, attrazioni si necessita, e quali sono superflui?

Le bancarelle dove poter trovare e comprare gli introvabili oggetti e accessori per i cosplay!!! Cavolo, se non si trovano lì!

Abbiamo concluso l’intervista, grazie per la tua disponibilità e gentilezza.
Fai un saluto e di quello che pensi!
A presto!

Grazie a voi, ho voluto dire la mia anche se la mia esperienza nel cosplay non è pluriannuale. Spero di migliorarmi e di dare il mio contributo per migliorare la credibilità del cosplay in puglia. Ci vediamo ai prossimi eventi!!🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Diario di una ragazza che vuole fare tante cose ma che alla fine non conclude nulla

The door to our dreams, I've always been searching for it. Shine... When you're lost, just stand up!

stella ssj コスプレ

★ we can be heroes.. just for one day ★

W A Y S T A T I O N

a blog for space and time travelers

DivaLenz

WE SELLING COLOURFULL CONTACT LENSES TO MAKE UP YOUR EYES

Fancyhollow

L'angolo in cui si annidano le idee!

My cosplay costumes, modeling pics, web design and manga art.

Manvel Cosplay

Ciechi noi siamo se la creazione di quest'esercito di Cloni al nostro occhio sfuggito è!

Riciclo Intelligente

Trasformare i rifiuti in arte? Yes, we can!

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: